Tragedia durante la corsa equestre: due indagati per omicidio colposo

Il pm Chiara Molinari ha aperto un fascicolo per omicidio colposo per la morte di Sabrina Manganaro, 24 anni, disarcionata e schiacciata dal proprio cavallo durante un gara equestre nel Canavese

Sabrina Manganaro, la vittima

Sono due le persone iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Ivrea per la morte di Sabrina Manganaro, la ragazza di 24 anni prima disarcionata e poi schiacciata dal proprio cavallo durante una gara equestre all’interno del circolo Ippogrifo, ubicato vicino a Cuceglio, nel Canavese. Gli indagati sarebbero un responsabile della manifestazione e una seconda persona addetta alla sicurezza degli ostacoli disseminati lungo il percorso: il reato ipotizzato è quello di omicidio colposo.

Sabrina era residente in provincia di Varese, a Lonate Pozzolo. Nella vita studiava per diventare avvocato, una professione prossima a diventare realtà vista la laurea conseguita a marzo e l’inizio del praticantato che precede il concorso finale. Il suo hobby però era stare con gli animali, e in particolare con i cavalli. Aveva da sempre avuto questa passione, tanto da essere non solo un’amazzone esperta, ma anche istruttrice federale di primo livello.

Era brava a cavallo Sabrina. La tragedia si è consumata in una gara per esperti chiamata “Completo” e data da una prova di dressage, una di salto e una di cross country. Arrivata all’ostacolo numero 13 qualcosa è andato storto: il suo fido Fante di Mezzograno potrebbe aver sottovalutato l’entità della barriera, la ventiquattrenne è stata disarcionata e l’animale l’ha schiacciata con i suoi 500 chilogrammi non lasciandole scampo. Inutili i soccorsi, Sabrina è deceduta sul colpo.

A vedere la gara era presente anche il fidanzato della giovane, mentre la famiglia è arrivata a tragedia ormai compiuta. Sul posto è accorso anche Vittorio Orlandi, il presidente della Fise, la Federazione Italiana degli Sport Equestri. “Il tasso di mortalità è bassissimo nell’equitazione - ha detto Orlandi -, ma quando capita è sempre una tragedia e proviamo immenso dolore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

Torna su
TorinoToday è in caricamento