Cronaca

Salone del Libro, la Fondazione diventa nazionale

A settembre verrà varata una modifica che permetterà l'ingresso nel comitato di tutti i soggetti interessati

La Fondazione del Libro cambia pelle. Ieri, in occasione dell'incontro in piazza Castello fra il comitato di indirizzo, il sindaco Chiara Appendino, il presidente della Regione Sergio Chiamparino, le assessore alla Cultura Francesca Leon e Antonella Parigi, i rappresentanti del Miur, del Mibact e di Intesa Sanpaolo, si è arrivati alla svolta: lo Statuto della Fondazione, che ha il compito di organizzare il Salone del Libro, verrà modificato per permettere l'ingresso dei nuovi soci.

Al momento infatti del comitato di indirizzo fanno parte cinque persone mentre l'obiettivo è quello di ottenere un tavolo di lavoro nazionale che permetta l'ingresso di editori, bibliotecari, librai e tutti i soggetti interessati che fanno parte della filiera. Ebbene, la modifica del documento è già pronta e verrà varata all'inizio di settembre.

Ieri, all'incontro era presente anche Massimo Bray, presidente in pectore della Fondazione che fino a ieri non aveva ancora sciolto le riserve sul suo sì all'incarico. Bray sarà ufficialmente nominato in occasione del prossimo incontro tra i soci. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salone del Libro, la Fondazione diventa nazionale

TorinoToday è in caricamento