Cronaca Mirafiori Sud / Strade delle Cacce

A Mirafiori le fabbriche abbandonate sono in preda ai senzatetto

In strada delle Cacce torna la paura per i viavai notturni dei disperati. Il filo spinato non ha scoraggiato le intrusioni e la circoscrizione chiede ora provvedimenti

Ladruncoli o forse soltanto disperati in cerca di un posto dove passare la notte lontano da occhi indiscreti. Sono tanti, forse persin troppi, i nuovi “proprietari” della Tecumseh, l’ex stabilimento di Mirafiori Sud abbandonato alcuni anni fa e mai più riqualificato. A segnalare un nuovo viavai lungo strada delle Cacce e strada del Castello di Mirafiori sono i residenti della zona che da alcune settimane continuano a notare dai loro balconi strani movimenti di camion e furgoni, sia durante le ore del giorno sia durante le ore della notte. Alcuni anziani passeggiando nei pressi della vecchia fabbrica abbandonata sono riusciti a trovare almeno due accessi e sbarre forzate da qualche misterioso malintenzionato.

“Ora abbiamo le prove che sono tornati a dormire nello stabilimento – denuncia senza paura Gianluca, un cittadino del quartiere -. E di questa storia siamo preoccupati. Non sappiamo che intenzioni abbiano questi individui, né chi siano. Da segnalare anche che il filo spinato messo per impedire alla gente di entrare non ha dato alcun risultato”. Due anni fa uno dei cancelli secondari era stato violato, poi dopo alcune denunce in circoscrizione e in Comune ci avevano pensato le forze dell'ordine e le istituzioni stesse a sigillare i varchi. Ma il periodo di tranquillità è finito nel giro di qualche mese. E oggi i senzatetto sono tornati a conquistare la struttura approfittando della mancanza di un adeguato sistema di controllo. Molte stanze, come è facile immaginare, sono state trasformate in dormitori.

Un problema che verrà nuovamente denunciato dal capogruppo della Lega Nord in circoscrizione Dieci Domenico Morra. “Quei locali abbandonati hanno recentemente rischiato di diventare oggetto di una speculazione edilizia – racconta Morra -. Successivamente i residenti sono insorti e il progetto è decaduto. Ma a sei anni di distanza sono in tanti a volere l'avvio di una riqualificazione. Per cominciare occorre che le sbarre vengano saldate in modo da allontanare i malintenzionati dalla zona”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Mirafiori le fabbriche abbandonate sono in preda ai senzatetto

TorinoToday è in caricamento