Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Claviere

Clavière, il Viminale: "La Francia respinge i migranti minorenni"

Violato il trattato di Dublino

Continuano le scintille al confine tra Italia e Francia e ora la questione si focalizza sui migranti minorenni. Secondo quanto stabilisce il trattato di Dublino, i minorenni dovrebbero essere accolti nel paese d'arrivo invece, dall'inizio dell'anno, alla frontiera del Monginevro, ne sarebbero stati respinti 21, intercettati dai presidi della Croce Rossa a Oulx e a Bardonecchia, in alta Valle di Susa. I minori respinti, non accompagnati, sono stati affidati ai servizi sociali. Un fatto segnalato dai sindaci locali e dal Viminale, dopo un episodio che risale al 18 ottobre scorso a Clavière, quando la Gendermerie nell'atto di respingere alcuni minori, sarebbe stata bloccata dalle autorità italiane.

"Non è una novità - ha commentato il sindaco di Oulx, Paolo De Marchis - basta venire alla stazione per accorgersene".
In seguito al recente episodio, su disposizione del Viminale, al confine tra Italia e Francia si è installato un presidio fisso di polizia.
"Chissà se Moscovici sarà scioccato anche per la tentata espulsione di minorenni stranieri da parte della Francia - ha commentato il ministro dell'Interno Matteo Salvini -, oppure il commissario Ue riserva il suo turbamento solo per una giusta battaglia come quella del sindaco di Lodi? Quello che sta emergendo a Claviere - ha aggiunto - ci conferma che, anche in materia di diritti umani, nessuno può permettersi di dare lezioni all’Italia".


   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clavière, il Viminale: "La Francia respinge i migranti minorenni"

TorinoToday è in caricamento