Cronaca

Minorenne denunciato dopo rapina in stazione, fermato a Porta Susa

Ha compiuto la rapina ai danni di due coetanei a Chivasso, poi è fuggito su un treno. Ma ad attenderlo a Torino c'era la Polizia ferroviaria. Nei guai un ragazzo di 17 anni, denunciato al tribunale dei minori

Ha minacciato due coetanei minorenni con un coltello facendosi consegnare oltre duecento euro in contanti. Poi è salito sul treno diretto Torino, ma alla stazione di Porta Susa è stato identificato, perquisito e denunciato al tribunale dei minori. Il rapinatore, 17enne, dovrà ora rispondere del reato di rapina.

I fatti sono avvenuti sabato pomeriggio a Chivasso. Per non arrivare a Torino senza soldi in tasca, ha minacciato con un coltello due ragazzini non ancora diciottenni. "Datemi i soldi che avete nel portafogli", avrebbe detto ai due mostrando loro il coltello che aveva estratto dalla tasca. Presi i contanti è salito sul treno regionale diretto nel capoluogo piemontese.

Sviliti, sotto shock, ma ancora lucidi per chiamare le forze dell'ordine, i due ragazzi rapinati si sono messi in contatto con la Polizia ferroviaria e fornito loro una descrizione dettagliata del rapinatore. A Porta Susa, quando quest'ultimo è sceso dal convoglio, si è trovato di fronte gli agenti.

Dalla perquisizione sono emersi sia il coltello utilizzato per minacciare i coetanei, sia i duecento euro dei due giovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne denunciato dopo rapina in stazione, fermato a Porta Susa

TorinoToday è in caricamento