menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia di morte amministratore di condominio con busta e proiettile, arrestato

Nell'abitazione del reo gli agenti della polizia hanno trovato un revolver, numeroso munizionamento e addirittura un'ascia. L'uomo aveva precedenti per minacce e porto abusivo d'armi

Ha ricevuto una lettera anonima fatta con ritagli di quotidiani con la quale gli venivano chiesti dieci milioni di euro. La lettera, con minacce di morte nei confronti del destinatario, amministratore professionale di condominio, e della sua famiglia, conteneva anche un proiettile calibro 38.

Denunciato immediatamente il fatto, il giorno seguente la vittima ha ricevuto una seconda minaccia, una telefonata con la quale si ribadiva il contenuto della missiva ricevuta il giorno prima. L’amministratore ha informato anche di questo secondo episodio il Commissariato Barriera Milano, riferendo di aver riconosciuto nella voce dell’interlocutore quella di un uomo che nutriva nei sui confronti risentimento a causa di alcuni solleciti di pagamento e di un decreto ingiuntivo emesso per morosità.
Gli uomini del Commissariato Barriera Milano hanno subito accertato che la persona indicata aveva precedenti per minacce e porto abusivo di armi. All’uomo, inoltre, nel 2014 era stata revocata la licenza per le armi detenute.

Gli agenti, recatisi a casa dell’uomo, un italiano di 67 anni, lo hanno trovato mentre stava per uscire dalla sua abitazione. Alla richiesta degli agenti, l’uomo ha negato di detenere armi, sebbene nella tasca del giubbotto indossato avesse una Beretta semiautomatica calibro 6,35 carica ed un ulteriore caricatore rifornito in una tasca dei pantaloni.

Nel corso della perquisizione domiciliare gli agenti hanno rinvenuto un revolver a tamburo calibro 380, privo di matricola con una cinquantina di cartucce disponibili, una canna per pistola modificata per sparare il calibro 22 (anch’essa priva di matricola) e numeroso munizionamento per pistola di vario calibro, tra i quali 39 cartucce calibro 38, del tutto simili al proiettile contenuto nella missiva e più di 50 cartucce originariamente a salve ma modificate con l’inserimento di una palla di piombo. 

Nell’abitazione, inoltre, gli agenti hanno rinvenuto anche un’ascia, una balestra con relativi dardi, una pistola a salve priva di tappo rosso e un ordigno artigianale consistente in un candelotto di polvere pirica collegato a delle batterie con innesco a resistenza. Alla luce dei fatti gli agenti del Commissariato Barriera Milano hanno tratto in arresto l’uomo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento