menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Dormiva con un sacchetto di plastica per uccidermi", arrestato marito geloso

Anche una semplice telefonata o un messaggio sul cellulare della vittima mandavano in escandescenza il marito. E' stato arrestato dai carabinieri per maltrattamenti

Una gelosia morbosa fatta di pedinamenti e minacce di morte nei confronti della moglie. Lui, Vincenzo D., 39 anni di Nichelino, è stato arrestato ieri dai carabinieri del medesimo comune per maltrattamenti nei confronti della coniuge che, spaventata dalla condotta del reo, era stata addirittura costretta a trasferirsi da un'amica.

La gelosia di Vincenzo nei confronti della moglie era maniacale: una telefonata o un sms ricevuto sul cellulare della compagna lo mandavano letteralmente in escandescenza tanto da sfociare in continue minacce. "Una notte - ha raccontato la donna - mio marito ha dormito con un sacchetto di plastica sotto il cuscino perchè mi avrebbe uccisa. Quella notte e le altre successive non ho dormito per paura di non risvegliarmi più".

Il 29 settembre scorso la donna ha denunciato il marito e ieri è tornata in caserma per un'altra querela poichè l'uomo era diventato troppo ossessivo e pericoloso: pedinamenti e minacce esplicite di morte rendevano la vita della vittima completamente invivibile, costernata dalla paura.

In caserma è arrivato anche il marito che, davanti ai carabinieri, ha nuovamente minacciata di morte. A quel punto sono scattate le manette: il reo è stato arrestato per maltrattamenti.  La coppia ha un figlio di pochi anni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento