Cronaca San Donato

Strattona la madre e la minaccia con una bottiglia: 20enne arrestato

Ai domiciliari a casa del padre

Immagine di repertorio

Sono intervenuti domenica mattina alle 8 i carabinieri della compagnia Torino San Carlo in un appartamento all’interno di un palazzo in zona San Donato. Qui hanno tratto in arresto un italiano di 20 anni per maltrattamenti ai danni della madre 52enne. I carabinieri hanno accertato che la donna era stata poco prima insultata, minacciata con una bottiglia di vetro e violentemente strattonata per futili motivi dal figlio. La donna ha dichiarato ai carabinieri che episodi del simili si erano già verificati nei mesi precedenti.

Successivamente la donna è stata trasportata all’ospedale Gradenigo dove le sono state riscontrate varie ecchimosi, escoriazioni e una ferita superficiale al quinto dito della mano destra. Durante le fasi dell'arresto, il giovane ha opposto resistenza ai militari. L’uomo è stato collocato ai domiciliari a casa del padre

Un arresto per atti persecutori

La sera prima i carabinieri della stazione Torino la Falchera hanno arrestato per atti persecutori un marocchino di 34 anni. A seguito di una richiesta d'intervento al 112 da parte della figlia e della madre dell’uomo, i carabinieri sono interventi e hanno bloccato l’uomo mentre cercava di forzare portone di accesso condominiale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strattona la madre e la minaccia con una bottiglia: 20enne arrestato

TorinoToday è in caricamento