Minacce ripetute all'ex moglie, il giudice gli vieta di entrare a Nole

Provvedimento contro un operaio di 55 anni: se verrà sorpreso in paese verrà arrestato

Il tribunale di Ivrea

Divieto di entrare a Nole, dove abitano l'ex moglie e il figlio.

E' il provvedimento spiccato dal gip Alessandro Scialabba, su richiesta del pm Giuseppe Drammis, entrambi in servizio presso il tribubale di Ivrea, nei confronti di un operaio di 55 anni che da tempo perseguitava l'ex consorte.

L'uomo ora si è trasferito a Mathi: se verrà trovato a Nole verrà immediatamente arrestato e pesantemente multato.

L’ultima minaccia sul telefonino della donna è arrivata proprio mentre lei era dai carabinieri per spoergere l'ultima denuncia nei suoi confronti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento è valido anche per il luogo dove la donna lavora e per tutti i luoghi dove abitano i suoi parenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

  • Allarme in casa: bambino di 10 anni gravemente ustionato mentre fa un esperimento per la scuola

Torna su
TorinoToday è in caricamento