Cronaca

Valanga nel Cuneese, lo scialpinista travolto era in servizio militare a Torino: ora è in condizioni disperate

All'arrivo dei soccorsi il giovane era in arresto cardiaco

E' in rianimazione, in condizioni disperate, il 24enne militare in servizio a Torino che oggi, domenica 31 gennaio, è stato travolto da una valanga al Colle della Gardetta, nel comune di Acceglio (Cn). Il ragazzo stava praticando lo sci alpinismo, a 2235 metri di quota, insieme a un amico che però non è rimasto coinvolto dal distacco della massa di neve e ha iniziato le operazioni di autosoccorso con pala, sonda e Artva, in attesa dell'arrivo dei tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese.

All'arrivo dell'eliambulanza 118, sul punto dell'incidente erano presenti oltre dieci persone che stavano collaborando a scavare nella neve per raggiungere il sepolto che si trovava sotto circa 150 cm di neve e la cui testa non era ancora stata disseppellita. Il tecnico di elisoccorso e l'unità cinofila del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese hanno collaborato con l'equipe sanitaria 118 nell'estricazione dell'uomo che si trovava in stato di arresto cardiaco. In seguito è stato rianimato, stabilizzato e caricato a bordo dell'elicottero per l'ospedalizzazione. La valanga aveva un fronte di circa 70 metri ed era scesa a valle per circa 250 metri. Il giovane, trasportato in elicottero all'ospedale Santa Croce di Cuneo, ora lotta tra la vita e la morte. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga nel Cuneese, lo scialpinista travolto era in servizio militare a Torino: ora è in condizioni disperate

TorinoToday è in caricamento