Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Microcamere in casa per spiare moglie e figlia, denunciato a Nichelino

Era già stato allontanato per i maltrattamenti

immagine di repertorio

Aveva installato telecamere nascoste in casa, verosimilmente per spiare i comportamenti della moglie e della figlia minorenne quando lui non era in casa. È quanto hanno scoperto, a inizio dicembre 2020, i carabinieri della compagnia di Moncalieri, intervenuti inizialmente per un caso di maltrattamenti in famiglia in un appartamento di Nichelino.

I militari dell'Arma avevano denunciato e disposto l'allontanamento dell'uomo, italiano di 47 anni, che tra l'altro aveva appena colpito la figlia, accorsa in difesa della madre, con un forte schiaffo, quando hanno iniziato la perquisizione dell'abitazione. Da qui è emerso che l'uomo l'aveva cosparsa di microcamere. In un cassetto, inoltre, sono stati trovati anche un taser e un pugnale con una lama di 15 centimetri.

I vari ritrovamenti all'interno dell'appartamento sono costati all'uomo altre denunce oltre a quella per maltrattamenti in famiglia. Armi e microcamere sono state sequestrate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Microcamere in casa per spiare moglie e figlia, denunciato a Nichelino

TorinoToday è in caricamento