La coppia di micro-cellulari viaggia dentro le scarpe da ginnastica: la scoperta nel carcere di Ivrea

"Bravi i pochi agenti che ci sono"

immagine di repertorio

La mattina di mercoledì 7 ottobre 2020 la polizia penitenziaria del carcere di Ivrea ha scoperto due micro-telefoni cellulari completi di carta sim e caricabatterie all'interno di un paio di scarpe da ginnastica in un pacco postale indirizzato a un detenuto straniero. Si tratta dell'ennesimo caso in quel penitenziario.

“L’Osapp - dice il segretario generale Leo Beneduci, che ha diffuso la notizia - esprime il suo elogio a tutto il personale di polizia penitenziaria operante nell’istituto penitenziario eporediese e auspica l’applicazione di misure introdotte dal recente decreto legge in materia di sicurezza, affinché sia ridimensionato il fenomeno dilagante dell’introduzione di telefonini e droga negli istituti penitenziari italiani, già in sofferenza per le gravissime carenze di organico e per la mancanza di strumentazione idonea e sufficiente ad affrontare questi crimini. Per l’ennesima volta rammentiamo che il personale di polizia penitenziaria di Ivrea opera in condizioni estreme per la gravissima e nota carenza di organico e, nonostante ciò, i pochi agenti presenti hanno portato a termine i propri compiti istituzionali con spirito di abnegazione e senso del dovere. Ribadiamo ancora una volta che il carcere di Ivrea non ha né un direttore titolare né un comandante titolare. Con tale operazione il personale di polizia penitenziaria di Ivrea che ricordiamo da tempo essere un carcere con gravissimi problemi più volte denunciati, ancora una volta si è distinto per aver evitato il prosieguo dei contatti illeciti con la criminalità esterna”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

Torna su
TorinoToday è in caricamento