menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salvato dopo un grave incidente, regala il nuovo logo alla Città della Salute

Ha rischiato di morire poco più che ventenne, ma alle Molinette gli hanno salvato la vita. Otto anni dopo il suo disegno diventa il nuovo logo della Città della Salute e della Scienza

Ventinove anni, laureato a pieni voti in Progetto Graphic and Design al Politecnico di Torino e un passato legato indissolubilmente all'ospedale Molinette (dopo spiegheremo il perché): lui è Michele Pacileo, l'autore del nuovo logo della Città della Salute e della Scienza.

Il suo disegno è stato scelto tra una trentina di quelli pervenuti dopo la pubblicazione del bando di concorso aperto a tutti (cittadini, professionisti della comunicazione visiva, dipendenti, ecc.), in cui l'azienda ospedaliera ha richiesto l'elaborazione di un logo che la rappresentasse quale polo Sanitario-Universitario più grande d'Europa. Un'iniziativa unica nel suo genere in Italia fino ad oggi.

Dicevamo che Michele Pacileo è legato all'ospedale Molinette di Torino. Per capire il perché bisogna tornare indietro di otto anni. Nel 2006 l'allora ventunenne fu vittima di un gravissimo incidente stradale che gli costò due mesi di rianimazione ospedaliera. Rischiò seriamente la vita, ma il lavoro dei medici, diretti dal dottor Pier Paolo Donadio, gliela salvò. logo2-2

Un destino che lo ha portato a realizzare il logo più bello per la Città della Salute e della Scienza, istituita il primo luglio 2012 e formata dagli ospedali Molinette, San Lazzaro, San Giovanni Antica Sede, CTO, Maria Adelaide, Sant'Anna e Regina Margherita.

Il nuovo logo è formato dalle iniziali di Salute e Scienza (S e S) che insieme formano la sagoma di un cuore stilizzato che simboleggia la vita che pulsa. Inoltre l’intreccio delle due S, oltre a rappresentare la forte connessione tra Salute e Scienza, riconduce anche al punto di unione della doppia elica del DNA, fondamentale nella ricerca genetica. I colori scelti, il giallo e il blu, evidenziano che quest’ultimo è un progetto del capoluogo piemontese, caratterizzato altresì dall'Agnello di San Giovanni Battista, Patrono della Città, e dal Toro, simbolo della Città di Torino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento