menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Metropolitana, via libera al prolungamento della linea 1 a Collegno e Cascine Vica

L’investimento complessivo è pari a 300 milioni di euro. La tratta completa prevede un percorso di 3,4 chilometri fino a Cascine Vica

E’ arrivato dal Cipe l’atteso libera al progetto definitivo del prolungamento ad ovest della Metro 1 di Torino, a Collegno e Cascine Vica.

L’investimento complessivo è pari a 300 milioni di euro. A breve verrà anche ufficializzato l’avvio della progettazione esecutiva da parte di InfraTo dell’intera tratta e la predisposizione della gara d’appalto per la realizzazione del primo lotto funzionale, che prevede le prime due stazioni Certosa e Collegno Centro per un importo di 123,7 milioni.

Di questi fondi 90 sono stanziamenti previsti dal Decreto Sblocca Italia e 33,7  Fondi Fsc di cui è stato ottenuto lo stralcio.

Un risultato importantissimo - ha dichiarato il presidente della Regione Sergio Chiamparino -, che corona un lungo lavoro frutto di un impegno corale che ha visto la Regione in prima fila e che ora dovrà essere implementato nel minor tempo possibile”.

La tratta completa prevede un percorso di 3,4 chilometri fino a Cascine Vica. ll tracciato si svilupperà nel comune di Collegno lungo via De Amicis fino all’incrocio con corso Pastrengo, per poi passare sotto la ferrovia Torino/Modane e portarsi sotto corso Francia fino alla frazione di Cascine Vica del Comune di Rivoli, in corrispondenza dell’intersezione con la tangenziale est.

Presso la stazione di Cascine Vica verrà realizzata un’area adibita a parcheggio di interscambio.

A renderlo noto, sul social network Facebook, è stato il vicepresidente della commissione Trasporti del Senato, Stefano Esposito. “Non posso nascondere un po' di emozione vera per questo risultato al quale ho lavorato tantissimo. Insieme a me hanno lottato per questo risultato Umberto D'Ottavio, Paola Bragantini e Nino Boeti. Senza l'impegno istituzionale ed economico della Regione Piemonte e il lavoro del Presidente Sergio Chiamparino e dell'Assessore Francesco Balocco e dei suoi uffici non avremmo superato i tanti e troppi ostacoli burocratici che abbiamo incontrato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento