Cronaca

E' attesa la neve, scatta il piano per evitare che la città vada in tilt

Per la prima volta alcuni mezzi speciali puliranno anche le piste ciclabili. Il 'piano neve' è stato studiato in tempo per evitare il blocco della città dello scorso anno

Nei prossimi giorni secondo le previsioni meteo sul torinese scenderà la neve. Il Comune di Torino, dopo il maltempo patito troppo lo scorso anno, ha deciso di muoversi con grande anticipo onde evitare il tilt della città.

Questa mattina l'assessore comunale Claudio Lubatti ha illustrato il 'piano neve' durante la riunione delle commissioni Viabilità e Ambiente, presiedute da Domenico Caretta e Marco Grimaldi. L'Amiat, la società partecipata del Comune di Torino, avrà un ruolo importante nei prossimi giorni in quanto le è stato affidato il servizio.

Gli spargisale entreranno in azione appena saranno avvisati dalla società meteo Nimbus e saranno attivi sia di giorno che di notte. Nelle ore notturne ci saranno 27 mezzi all'opera, il doppio durante le ore diurne. Molto più grandi i numeri degli spalaneve: sono ben 380 e, in caso di nevicata, dovranno recarsi in uno dei quindici punti della città individuati per l’inizio e la fine dell’intervento. Altri numeri: gli spalatori sono 1100, compresi quelli coinvolti da Gtt per la pulizia delle fermate. Nei magazzini di corso Sicilia e di via Traves sono pronte 5.000 tonnellate di sale.


Infine è stata annunciata una novità. Per la prima volta, infine, mezzi speciali saranno utilizzati per la pulizia delle piste ciclabili. In conclusione è stato ricordato dall'assessore Lubatti che la pulizia dei marciapiedi spetta a condomini, caserme e scuole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' attesa la neve, scatta il piano per evitare che la città vada in tilt

TorinoToday è in caricamento