Cronaca Torre Pellice

Merlo: «La soppressione treni un problema per la viabilità ordinaria»

Il deputato pinerolese del Pd interviene riguardo la chiusura della Pinerolo-Torre Pellice: «Una decisione che metterà in ginocchio molte realtà e creerà enormi disagi per i cittadini pendolari»

«L’annunciata e probabile chiusura di dodici linee ferroviarie piemontesi dal prossimo mese di giugno – i cosiddetti rami secchi – rischia di creare enormi problemi in molte zone della Regione, in particolare nelle aree collinari e più periferiche». Parte da questo presupposto la riflessione di Giorgio Merlo, deputato pinerolese del Pd.

«Il 10 giugno è la data indicata per la soppressione dei treni in queste tratte con la sostituzione di autolinee che in molte realtà, come ad esempio per la Pinerolo-Torre Pellice, creerà problemi per la viabilità ordinaria, già fortemente intasata e poco scorrevole a tutt’oggi. Ora, alla luce di queste considerazioni è sempre più urgente sapere quali sono le reali intenzioni del Ministero dopo la eventuale decisione della Regione Piemonte di comune intesa con Trenitalia. Una decisione che, se non rivista, metterà in ginocchio la viabilità ordinaria in molte realtà piemontesi, crea enormi disagi per i cittadini pendolari e cancella una specificità importante nel settore dei collegamenti viari rappresentato dalla presenza del mezzo ferroviario».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merlo: «La soppressione treni un problema per la viabilità ordinaria»

TorinoToday è in caricamento