Cronaca

Mercato immobiliare torinese, la ripresa è lieve ma c'è un discreto ottimismo

Secondo alcuni dati, già alla fine del 2014 le compravendite di abitazioni sono aumentate del 5,4%, quelle di locali commerciali del 17% e dell'8% degli uffici

Mostra ancora segnali di timidezza la ripresa del mercato immobiliare torinese. Tuttavia, qualche accenno di ottimismo è stato registrato già verso la fine del 2014 quando le transazioni hanno iniziato a indicare un segno positivo.
Secondo le analisi del 2° Osservatorio Immobiliare 2015 di Nomisma, e per ciò che riguarda il capoluogo sabaudo, le compravendite di abitazioni sono aumentate del 5,4%, quelle di locali commerciali del 17% e dell'8% degli uffici.

Relativamente al primo semestre 2015 si è consolidata la fase di stabilizzazione del comparto residenziale grazie ad un andamento non più divergente tra domanda e offerta e tempistiche ridotte. Questo sia nella fase della compravendita (8 mesi), sia sul lato della locazione (3,8 mesi è la media cittadina).

Anche la flessione dei prezzi si è attenuata (-1,8% semestrale) mentre relativamente ai canoni, gli arretramenti rilevano una flessione su base semestrale pari a -0,8% e -1,9% su base annuale. In lieve ma costante crescita i rendimenti medi da locazione che raggiungono i valori massimi degli ultimi vent'anni

L'analisi dell'Osservatorio sottolinea tuttavia che nei prossimi mesi sono previsti ancora cali di valori che porteranno a una progressiva stabilizzazione dello stipulato, sia nella locazione che nella vendita, soprattutto nel settore residenziale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato immobiliare torinese, la ripresa è lieve ma c'è un discreto ottimismo

TorinoToday è in caricamento