Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Nizza Millefonti / Via Nizza, 294

Natale artigianale? Il mercatino del Lingotto non soddisfa i venditori

Nonostante le scarse finanze e la sete di made in Italy, in pochi ancora hanno scelto di fare acquisti al mercatino natalizio dell'8 Gallery. "Niente di nuovo", secondo i commercianti

“Anche quest’anno le vendite dell’artigianale non soddisfano”. È la voce di Pietro Montesano, creatore di oggetti e soprammobili in carta riciclata, e venditore in uno dei banchi del mercatino natalizio dell’8 Gallery del Lingotto. Inaugurato il 26 novembre, il mercatino dell’artigianato fatica a decollare nelle vendite, nonostante la varietà ed il pregio della merce che vi si trova. “È vero che siamo appena a inizio dicembre – prosegue il signor Montesano – e che il grosso degli acquisti avverrà a partire da metà mese, ma questa non è una novità. Di certo, ancora nessuno di noi ha avvertito un cambiamento da parte dei compratori a favore dell’artigianale e del made in italy, nonostante il prezzo dei nostri prodotti sia generalmente più basso di quello dei prodotti industriali”.

È ancora presto per trarre conclusioni, ma quel che sembra di capire passeggiando tra i banchi della Corte dei Giochi dell’8 Gallery è che, nonostante la crisi, su certi acquisti in pochi siano disposti ad andare al risparmio, preferendo affidarsi a prodotti industriali per andare a colpo sicuro sulla scelta di un regalo. Così, nonostante la centralità dell’8 Gallery, meta ogni weekend di centinaia di persone, non sono in molti a fermarsi ai banchi a comprare i prodotti in vendita. “Molti si avvicinano incuriositi – dice Montesano – ma pochi comprano effettivamente qualcosa. La speranza è che qualche persona, apprezzando quel che vendiamo, torni nei prossimi giorni per acquistarne qualcuno”.
 
I banchi del mercato propongono un’innumerevole quantità di oggetti. Alcuni in legno, altri in carta, altri ancora in stoffa o addirittura in sapone, tutti quanti originali ed unici, creati direttamente dagli espositori. Alcuni di loro permettono anche di assistere in diretta alla realizzazione dei propri prodotti. Da giovedì 8 dicembre, inoltre, sarà presente alla Corte dei Giochi un’attrazione per i più piccoli. Dalle ore 10 alle 20 potranno incontrare Babbo Natale e scattare fotografie in sua compagnia.
 
 
Il mercatino del Lingotto non è l’unico presente in città. Si possono trovare curiose idee regalo – e non solo – anche nel mercatino di Casa UGI (Unione Genitori Italiani contro il tumore), in corso Unità d’Italia 70, e in quello del Cortile del Maglio di Piazza Borgo Dora. Aperto tutti i giorni fino al 23 dicembre, quest’ultimo mercatino affianca alle bancarelle l’apertura straordinaria di tutti i negozi della piazza per il periodo dell’avvento. Inoltre, i ristoranti dell’area proporranno per questo mese gustosi menu natalizi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale artigianale? Il mercatino del Lingotto non soddisfa i venditori

TorinoToday è in caricamento