Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Meningite, l'assessore alla Sanità Saitta: “In Piemonte nessuna emergenza"

Evento raro, registrato solo una volta nel 2015 e una nel 2016

In Piemonte non c’è nessuna emergenza sanitaria, le meningiti batteriche sono un evento estremamente raro e il sierotipo C, che preoccupa per la frequenza in Toscana, da noi è stato registrato solo una volta nel 2015 e una nel 2016”: è quanto dichiarato dall’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta martedì 8 marzo rispondendo in Aula a un Question time posto dal consigliere Maria Carla Chiapello.

“Per tutti i casi di meningite batterica, si utilizzano le linee guida ministeriali che prevedono l’esecuzione di un’indagine epidemiologica con identificazione dei contatti stretti (familiari, persone che dormono nella stessa stanza, persone che hanno prestato assistenza) e il loro trattamento profilattico con antibiotici – ha aggiunto l’assessore Saitta -. Chiaramente in Piemonte non ci sono le condizioni per procedere alla vaccinazione di massa attivata in Toscana (la soglia di intervento è 10 casi per 100.000 abitanti in tre mesi, noi abbiamo avuto 1 caso su 4,3 milioni di abitanti in 12 mesi). Attualmente non vacciniamo ancora contro il meningococco B (come invece fa la Toscana), per il fatto che il nuovo piano vaccini (che prevede l’introduzione di questa vaccinazione) non è ancora stato inserito nei nuovi LEA, e noi, come noto, siamo ancora in piano di rientro quindi impossibilitati ad erogare prestazioni extra-LEA”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meningite, l'assessore alla Sanità Saitta: “In Piemonte nessuna emergenza"

TorinoToday è in caricamento