Cronaca Barriera di Milano / Piazza del Donatore di Sangue, 3

Chiede soldi per un'infiltrazione in pronto soccorso, arrestato medico al Giovanni Bosco

Dopo la segnalazione di una paziente. L'uomo, 48 anni, è stato già scarcerato ma resta indagato. Il suo avvocato: "Soltanto una leggerezza"

Il pronto soccorso dell'ospedale Giovanni Bosco

Chiedeva soldi in cambio delle cure. E' l'accusa che i carabinieri e la procura di Torino muovono a un medico di 48 anni in servizio all'ospedale Giovanni Bosco. L'uomo, originario del Camerun, è stato arrestato in flagranza di reato con 150 euro in tasca che gli erano stati pagati da una paziente a cui aveva prescritto tre sedute con infiltrazioni di acido ialuronico al ginocchio.

Il medico, difeso dall'avvocato Gianluca Visca, era incaricato di valutare casi non urgenti (i codici bianchi) in pronto soccorso. I militari della stazione Regio Parco, coordinati dal pm Andrea Padalino, gli hanno contestato il reato di concussione concussione, ma il ha riqualificato il reato in abuso d’ufficio e lo ha scarcerato. E' dunque indagato a piede libero.

Una paziente, che si era presentata in pronto soccorso qualche giorno fa, aveva segnalato i comportamenti illeciti del dottore inviando un'e-mail all’ufficio per le relazioni con il pubblico dell’ospedale. Le era stato consigliato di fare almeno tre infiltrazioni al ginocchio, che le faceva male, pagando 250 euro e la prima seduta era avvenuta immediatamente, al prezzo di 100 euro. Era stata dimessa con codice verde in modo da evitarle il pagamento del ticket.

"E' stata lei a insistere di tornare in ospedale: aveva troppo dolore e non se la sentiva di andare nell’ambulatorio privato del mio assistito, che si trova fuori Torino. Inoltre, il farmaco utilizzato per le infiltrazioni faceva parte della dotazione personale del medico e non dell’ospedale, perché non è un prodotto mutuabile. Si è trattato di una leggerezza: una prestazione privata in ambito pubblico. Non c'è stata alcuna minaccia e lui non ha mai negato di avere preso quei soldi".

La direzione sanitaria dell'Asl To2, tuttavia, lo ha denunciato per false autodichiarazioni, poiché avrebbe taciuto rapporti professionali incompatibili con il suo contratto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede soldi per un'infiltrazione in pronto soccorso, arrestato medico al Giovanni Bosco

TorinoToday è in caricamento