Prostituta strangolata a Rivoli, nuovi guai per Maurizio Minghella

Il serial killer, detenuto a Torino dove sta scontando 131 anni di carcere, è stato raggiunto da una nuova misura cautelare per l'omicidio di Floreta Islami, avvenuto il 14 febbraio 1998

Nuova misura cautelare per il serial killer Maurizio Minghella, già in galera per una lunga serie di omicidi ai danni di prostitute, avvenuti tra il 1996 e il 2001 a Torino.

Da recenti indagini, sono infatti emerse responsabilità del killer genovese in merito all’assassinio di Floreta Islami, una prostituta 29enne albanese, uccisa a Rivoli – in corso Susa – il 14 febbraio 1998 dopo essere stata strangolata con una sciarpa di lana.

Proprio i recenti esami effettuati sulla sciarpa incriminata hanno permesso di incastrare Minghella, dal momento che il profilo genetico emerso dagli accertamenti corrispondeva perfettamente a quello del serial killer. Non solo. Gli investigatori hanno inoltre appurato che Minghella, in quel periodo, frequentava la zona dove è avvenuto il delitto e si intratteneva anche ad osservare in maniera prolungata le prostitute presenti.

Minghella è attualmente detenuto nel carcere delle Vallette di Torino, dove sta scontando una pena totale di ben 131 anni di carcere. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento