Il mattatoio clandestino era attivo da decenni: sequestrati carcasse, attrezzi e farmaci

L'intervento dopo la segnalazione dell'Eital, un ente che tutela i diritti degli animali. Come mai era attivo da tanto tempo?

Il mattatoio scoperto dai carabinieri

Un mattatoio clandestino è stato scoperto nel marzo 2017 dai carabinieri a Front. Denunciato l'abusivo, un italiano di 37 anni. Secondo le indagini, l'attività si protraeva da decenni.

Gli uomini della stazione di Leini, in collaborazione con i colleghi di Barbania, hanno effettuato una perquisizione in una cascina dopo che il personale del movimento animalista Eital (Ente italiano tutela animali e legalità) li aveva allertati. Oltre a scoprire un locale adibito alla macellazione di animali, il proprietario è stato sorpreso mentre vendeva in nero ovini pronti per essere macellati a 130 euro l’uno. All’interno del locale sono stati scoperti animali appesi a ganci e già pelati e privi di interiora, numerosissimi sacchi neri pieni di organi animali destinati verosimilmente allo smaltimento illecito, attrezzatura per la macellazione (seghe elettriche, ganci meccanici e vari utensili da taglio tipici da macellaio), corna di vari animali e marchi auricolari di sospetta provenienza.

All’interno di un furgoncino sono stati scoperti cadaveri di agnellini e capretti la cui destinazione è ancora ignota. All’interno del cortile del macello abusivo erano presenti sacconi colmi di pelli di pecora e capre. Scoperti anche farmaci scaduti tra cui del cortisone, mentre all’interno di numerosi freezer sono stati trovati quintali di carne.

Al termine delle operazioni i militari dell'Arma hanno sequestrato l'intera struttura abusiva, le carcasse, i farmaci e la carne congelata. E' intervenuto il servizio veterinario dell'Asl To4 che ha provveduto a smaltire le carcasse e i resti degli animali.

L’uomo è stato denunciato per tutti i reati riconducibili alla macellazione abusiva e alle violazioni igienico-sanitarie, per maltrattamento e uccisione di animali e altri reati specifici. L'Eital sporgerà querela per chiedere accertamenti su come il macellaio abusivo fosse attivo da decenni senza che chi di competenza l’abbia mai scoperto e fermato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

Torna su
TorinoToday è in caricamento