Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Massacro di Collegno, l'autopsia: forse la moglie è stata la prima vittima

E' stata effettuata l'autopsia sui primi due corpi, quello della moglie di Daniele Garattini, Letizia Maggio, e quello della suocera, Daria Maccari

Sono iniziate le autopsie sui primi due corpi delle vittime del massacro di Collegno. Grazie all'analisi dei medici legali Roberto Testi e Claudia Rosa, è possibile forse avere una ricostruzione più dettagliata delle dinamiche di quel terribile 31 dicembre 2013. 

Ieri le prime due autopsie sono state effettuate sui corpi di Letizia Maggio, moglie di Daniele Garattini, e di Daria Maccari, la suocera. La moglie è stata colpita da un solo proiettile sparato da distanza ravvicinata alla nuca: pertanto potrebbe essere stata la prima a essere uccisa in quanto colta del tutto di sorpresa. La seconda autopsia rivela che la suocera è stata freddata con un colpo alla fronte, sparato a bruciapelo: contro di lei potrebbe essere arrivato l'ultimo proiettile.

Oggi sarà la volta dell'autopsia sul corpo della figlia Giulia, che secondo le ricostruzioni potrebbe essere stata la seconda a venire colpita, intervenuta - come già risultava da una prima ricostruzione - in soccorso della madre. La salma di Daniele Garattini sarà esaminata martedì.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacro di Collegno, l'autopsia: forse la moglie è stata la prima vittima

TorinoToday è in caricamento