menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccide la moglie al termine di un litigio, tragedia a Pinerolo

Dopo aver compiuto l'omicidio ha ripulito il luogo del delitto, ha chiamato i parenti e scritto i motivi del suo gesto in una lunga lettera. La vittima della tragedia è la sessantaquattrenne Maria Pia Garnero

Ha ucciso la moglie a coltellate, ha ripulito la scena del crimine e poi ha avvisato i parenti della tragedia avvenuta mentre in una lettera scriveva i motivi del gesto. Tutto questo è successo nel giro di poche ore a Pinerolo, nella casa dove da anni vivevano sia l'uxoricida Lorenzo Ostella, 65 anni, sia la vittima Maria Pia Garnero, 64 anni.

Il delitto si è consumato durante la notte. Al termine di un violento litigio l'uomo ha colpito la donna con più fendenti fino ad ucciderla. Poi è rimasto in casa per diverse ore, tempo in cui ha ripulito le macchie di sangue e nascosto il corpo della moglie, ormai privo di vita. Prima di capire cosa fare si è sbarazzato di tutta la roba insanguinata (compresa una vestaglia), buttata in un cassonetto ad oltre un chilometro di distanza dall'abitazione.

Tornato a casa ha preso carta e penna e in una lunga lettera ha scritto i motivi che lo hanno portato a compiere un gesto così estremo e giustificando il tutto con le crisi nervose della moglie.

Molte ore dopo l'omicidio l'uomo ha avvisato i parenti. Con una telefonata denunciava l'accaduto, chiedendo se qualcuno potesse andare a trovarlo a casa. Alla porta dell'abitazione però si sono presentati i Carabinieri e l'uomo non ha opposto alcuna resistenza. Portato in caserma Lorenzo Ostello è stato sottoposto ad un lungo interrogatorio che ha anticipato l'apertura di un fascicolo del pm Vito Destito per omicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento