Cronaca Chivasso

Coniugi trovati senza vita a Chivasso: ipotesi di omicidio-suicidio

Ha sparato in testa alla moglie e poi ha rivolto l'arma contro se stesso, uccidendosi a sua volta. Protagonista della tragedia è Lorenzo Fotia, 62 anni, cuoco che da qualche tempo non lavorava ed era depresso

Tragedia nella serata di ieri a Chivasso. Un uomo ha prima sparato un colpo in testa alla moglie e poi si è tolto la vita. Il tutto è avvenuto nell'appartamento dove la coppia abitava. Vittima della vicenda è Pasquina Di Mascio, bidella in pensione di 65 anni. Il marito, Lorenzo Fotia di 62 anni, da qualche tempo soffriva di depressione a causa della perdita del lavoro da cuoco.

I loro corpi sono stati trovati ai piedi del letto matrimoniale. Vicino loro c'era una pistola, che non era stata mai denunciata. Sul fatto che si tratti di un omicidio-suicidio i carabinieri non hanno alcun dubbio. Molte incertezze, invece, vi sono sulle cause che hanno scatenato la decisione di farla finita nell'uomo oppure in entrambi. Al momento, infatti, non si esclude neppure che i due potessero essere d'accordo e abbiano deciso di mettere termine alla propria esistenza insieme.


I carabinieri, che hanno effettuato un lungo sopralluogo nell'appartamento, situato al secondo e ultimo piano di una piccola palazzina, non hanno trovato alcun biglietto. I due erano sicuramente in vita nella serata, quando sono stati visti dai vicini di casa. Una di loro ha detto di avere sentito dei rumori insoliti provenire dall'appartamento e di avere chiamato il figlio della coppia, Francesco. Quest' ultimo ha telefonato ai genitori e, siccome nessuno dei due rispondeva, si è recato a vedere che cosa fosse accaduto e ha scoperto i corpi. La coppia non aveva mai mostrato di avere problemi, anche se Lorenzo Fotia soffriva da tempo di crisi depressive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coniugi trovati senza vita a Chivasso: ipotesi di omicidio-suicidio

TorinoToday è in caricamento