Giro di canne nel parco pubblico: lo gestiscono due ragazzini benestanti

Uno ha appena 13 anni

Il parco di Villa Ogliani a Rivara

Gestori di un giro di spaccio di marijuana a 13 e 14 anni nel parco pubblico. E' quanto hanno scoperto, a metà febbraio 2018, i carabinieri della stazione di Rivara nell'area verde di Villa Ogliani.

I due ragazzini sono figli di famiglie benestanti del paese. I militari dell'Arma sono arrivati a loro seguendo i clienti, altrettanto giovani. Non è comunque chiaro se le canne fossero a loro volta vendute oppure regalate dalla coppia agli amici, magari per fare bella figura.

Il 14enne è stato denunciato, mentre l'altro non è imputabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I familiari dei due non si erano accorti di niente e continuavano a elargire loro la paghetta con cui, appunto, loro acquistavano la droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

  • Tragedia nell'abitazione: donna trovata morta

  • Vanno a fare la spesa e lasciano il figlio chiuso in auto con 40 gradi: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento