Cronaca

La storia di Marica, una bambina nata sul divano di casa

Non c'è l'ha fatta ad aspettare l'arrivo dell'ambulanza Marica, ed è nata sul divano di casa, fra la gioia di mamma e papà. Ecco la sua commovente storia

Quando la voglia di venire al mondo è così tanta è difficile resistere e Marica proprio non ce l'ha fatta a rimanere nel pancino della mamma fino all'ospedale. E' nata nella sua casa di Grugliasco, un po' come i vecchi tempi, come le nostre nonne hanno partorito i nostri padri. Una storia commovente, quella di Marica, raccontata a Stampa.it, dagli stessi genitori, forse un po' spaventati al momento del parto, ma che sicuramente ora, possono dire di avere una figlia un po' diversa dalle altre.

E pensare che mamma Morena e papà Andrea in ospedale c'erano stati la sera prima: le contrazioni c'erano, la scadenza coincideva. Ma dopo le opportune visite, la coppia era stata invitata dall'ostetrica a tornare a casa e ripresentarsi il mattino dopo, quando la dilatazione sarebbe stata maggiore. Marica però voleva nascere: "Eravamo a letto - racconta mamma Morena a Stampa.it - quando verso le 3 ho sentito le contrazioni farsi più intense, sono andata in bagno ed ho capito che non potevo più aspettare".

Mentre papà Andrea chiama il 118, mamma Morena si adagia sul divano: non può assolutamente muoversi; ad assisterla c'è la suocera Michela. E' un attimo: nel momento in cui Andrea esce di casa per aspettare ed indicare l'ambulanza, Marica sfonda tutte le barriere naturali e viene al mondo così, come lo facevano tanti anni fa tutti i bambini del mondo. E così, quando gli operatori del 118, insieme ad Andrea salgono in casa, vedono Marica accoccolata sul seno della mamma, candida ed innocente. E sanissima, confermano i medici. Una storia rara che ci riporta indietro nel tempo e ci fa apprezzare la bellezza della vita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia di Marica, una bambina nata sul divano di casa

TorinoToday è in caricamento