Dopo quasi cinquant'anni, risolto il giallo del cadavere senza nome

Il corpo della donna era stato seppellito, avvolto in un telo di nylon, tra la lapide e la bara di un defunto legittimamente collocato. Oggi finalmente si conosce il suo nome

Risolto il mistero del cadavere senza nome. Maria Serre, vedova Savio, è morta a 84 anni quasi cinquant'anni fa, in una casa di cura dove era ricoverata ed era stata sepolta in una buca nel cimitero monumentale di Torino, già scavata per accogliere un altro feretro. Il suo corpo era stato avvolto in un telo di nylon e dimenticato: solo nel 2012, nel corso di alcune esumazioni straordinarie, il cadavere fu ritrovato dagli addetti alle operazioni, localizzato tra la lapide e la bara del defunto legittimamente sepolto.

E il suo nome è rimasto ignoto fino a oggi. Fu la sepoltura anomala a far aprire un fascicolo alla Procura. In questi anni il corpo della donna è rimasto nel frigo dell'obitorio e solo nel luglio 2014 hanno preso il via una serie di accertamenti dall'Unità Analisi del Crimine Violento.

Per trovare una conferma dell’identità, è stata attivata un’accurata ricerca anagrafica nel Comune di Torino e nell’archivio storico dove è stata ritrovata una cartella clinica redatta presso la casa di riposo dove era ricoverata la signora Serre, deceduta il 21 ottobre 1969 e nata a Inverso Pinasca il 7 aprile 1885, residente a Torino dal 1900.

All’interno della cartella clinica non erano presenti dettagli clinici o radiografie in grado di permettere un'identificazione su base dentale o antropologica. Sulla salma è stato quindi, estratto a cura di Marinella La Porta, biologa forense, un profilo genetico per un eventuale riscontro in caso di rintraccio di un familiare.

Ma dopo mesi di indagini non sono ancora stati rintracciati familiari in vita della donna. Le ricerche si sono infatti concentrate nel comune di Inverso Pinasca, luogo di nascita della signora Serre, e dai registri del Comune e della locale parrocchia si è risaliti ai certificati di nascita e morte dei componenti dell’intera famiglia, vissuti fra la fine dell’800 e l’inizio del ’900.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento