Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Mirafiori Sud / Via Isler Ignazio

Erbacce troppo alte a Mirafiori Sud, a chi compete la potatura?

Mirafiori Sud è ridotta, in alcuni punti, ad una specie di foresta, a causa del mancato sfalcio dell'erba. Ma di chi è la colpa? Una mappa si potrà risolvere il problema

Un’aiuola ridotta alla stregua di una foresta pluviale. E quella a fianco ordinata e pulita. Mirafiori Sud si offre così allo sguardo dei suoi abitanti: la Circoscrizione più verde di Torino sembra ridotta, in alcuni isolati, ad un bosco; in altri, invece, tutto è in perfetto ordine. “In questa aiuola – spiega Giovanni, un cittadino residente – non viene tagliata l’erba da quasi un anno”. Anche Adriano, spiega: “Questa aiuola non vede lo sfalcio dell’erba da un anno circa”. I due cittadini si riferivano a due luoghi diversi (via Morandi, via Isler) ma la situazione è la stessa. Perché?

Il “fenomeno” delle aiuole non tagliate interessa principalmente l’area compresa tra via Barbera, corso Unione e le strade Castello e delle Cacce: una zona costruita a partire dagli anni ’50, di edilizia popolare. Le aiuole “incriminate” sarebbero infatti terreno Atc. Posto che l’onere dello sfalcio dell’erba spetta al proprietario, in questo caso il Comune non può intervenire per rimediare una situazione che si protrae da mesi e, in alcuni casi, da anni.

Ma Mirafiori Sud è piena di piccole aiuole, e qualcosa può sfuggire: capita, dunque, che alcuni casi di mancato sfalcio dell’erba siano da imputare a difficoltà nel comprendere chi sia realmente il proprietario di quel terreno. Ed ecco allora l’idea: realizzare una mappa della Circoscrizione, fruibile anche dai cittadini, per permettere di capire meglio se la nascita di una foresta pluviale sotto casa è colpa dell’Atc o del Comune.

“Premesso che i canali di comunicazione con Atc sono apertissimi – commenta Gian Luigi De Martino, coordinatore all’ambiente della Circoscrizione Dieci – abbiamo realizzato una mappatura della zona, per vedere quali aiuole sono di proprietà comunale e quali no. Alla luce di una situazione nella quale le risorse vanno verso l’ottimizzazione, il Comune però non si può prendere carico dell’onore economico, nonché della sicurezza del lavoro dell’operaio e intervenire allo sfalcio di aree non sue”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Erbacce troppo alte a Mirafiori Sud, a chi compete la potatura?

TorinoToday è in caricamento