Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Manutenzione stradale, Lubatti: "Chiediamo maggiori risorse"

Dopo il maltempo di questi giorni l'asfalto delle strade è ridotto in pessimo stato. "Chiediamo con forza la disponibilità di maggiori risorse"

Manutenzione stradale: una vera emergenza, specialmente dopo le piogge che, come in questi giorni, stanno scavando l'asfalto delle nostre vie come farebbe un cucchiaio in un budino. Una situazione che si ripresenta ciclicamente, ogni primavera e in generale dopo ogni evento atmosferico critico. Sulla vicenda l'assessore ai Trasporti, Viabilità, Infrastrutture del Comune di Torino, Claudio Lubatti, ha deciso di diramare una nota, anche insieme all'assessore allo Sviluppo delle periferie, infrastrutture e manutenzione urbana del Comune di Roma, Paolo Masini, dopo gli attacchi da questi ricevuti sul tema della manutenzione stradale. L'oggetto della situazione è semplice: i "Comuni si trovano in una situazione critica per le risorse disponibili e tutte le Pubbliche Amministrazioni faticano a reperire le risorse necessarie per gli interventi di ripristino manto stradale".

Serve quindi ragionare a a livello centrale sulla necessità dei fondi che vengono destinati a questo tipo di interventi, e dunque definire le strategie che aiutino i Comuni ad intervenire in modo tempestivo. Anche perché le risorse destinate ai Comuni su questo tema sono sempre più esigue: si sono ridotte in modo drastico, con una ricaduta sui lavori di ordinaria manutenzione che si tocca con mano. "In alcuni casi parliamo di una disponibilità di risorse che è pari a 1/4 rispetto al 2006 - si legge nella nota - Il Patto di stabilità blocca la spesa dei Comuni e impedisce di realizzare opere determinanti per una corretta gestione del territorio. Tutto questo ha un impatto notevole sulla vita quotidiana dei cittadini in termini di sicurezza e qualità della vita".

Gli assessori a questo punto chiedono una maggiore disponibilità di risorse: “Alzando il tetto dei mutui stipulabili dalle città - sono le parole dei due assessori - da destinare alle spese per la sicurezza e manutenzione delle strade, per l’edilizia scolastica e per la prevenzione ed il risanamento idrogeologico”.

“Questo servirebbe per dare prime risposte ai cittadini e consentire banalmente di percorrere in maggiore sicurezza le nostre strade, mandare i nostri bambini a scuola in un ambiente sicuro e preservare il nostro territorio da eventi drammatici per il nostro territorio”. (e.v.)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manutenzione stradale, Lubatti: "Chiediamo maggiori risorse"

TorinoToday è in caricamento