menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe online, 28enne di Ivrea condannato a un anno di carcere

L'ultima sua vittima è un ragazzo di Prato, raggirato dopo aver pagato 370 euro per una tastiera musicale

Metteva annunci falsi online. Dopodiché, quando gli ignari clienti inviavano il pagamento, intascava i soldi senza mai spedire loro la merce. E' stato condannato a un anno di reclusione – più 600 euro di multa – il 28enne di Ivrea che, nel 2010, aveva truffato un ragazzo residente a Prato.

Ricostruendo i fatti, il giovane toscano, insieme a un amico, aveva comprato una tastiera musicale su una piattaforma online specializzata, pagando regolarmente al truffatore la somma di 370 euro (360 per l’oggetto e 10 per la spedizione).

Tuttavia l’articolo in questione non solo non è mai arrivato a destinazione, ma lo stesso numero di codice risultava inesistente. Quando il ragazzo ha iniziato ad inviare mail per chiedere spiegazioni in merito, il 28enne eporediese rispondeva sempre in modo evasivo, dicendogli addirittura che, se avesse continuato a contattarlo, si sarebbe rivolto a un avvocato.

A quel punto il ragazzo ha cominciato una lunga e meticolosa indagine via web per cercare ulteriori particolari del venditore, scoprendo infine di essere stato solo l’ultimo di una lunga serie di utenti truffati, i quali pagavano regolarmente le somme d’acquisto senza mai ricevere nulla. Non solo. Il numero di cellulare che compariva sugli annunci rinviava in realtà a uno studio di fisioterapia, ormai sovraccaricato di chiamate da parte delle vittime che cercavano di rintracciare invano il venditore.

Al ragazzo non è quindi rimasto altro che sporgere denuncia, fino alla sentenza di condanna arrivata lunedì mattina. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento