"Onesti da morire": ancora un manifesto-scherzo contro la politica, stavolta tocca a Grillo

L'artista torinese che in passato ha preso in giro da Fassino alla Mussolini, da Adinolfi a Scajola, stavolta se la prende con il leader M5S

La "par condicio" è servita: dopo Fassino e Gasparri, Adinolfi e Mussolini, Lega Nord e Scajola, è toccato a Beppe Grillo. È apparso lunedì 27 febbraio in piazza Nizza, alla fermata della metropolitana, l'ultimo falso manifesto pubblicitario di quello che è stato ribattezzato il Banksy di Torino. In tutto e per tutto simile a una vera locandina affissa, con tanto di marchio che a una prima vista sembra vero: "Onoranze Giubilo", che fa il verso alla famosa agenzia di pompe funebri Giubileo (che ha già smentito qualunque collegamento).

La foto ritrae Beppe Grillo, leader del Movimento Cinque Stelle, in una sorta di riedizione della Pietà di Michelangelo. Il pay off del finto cartello recita: "Onesti da morire".

Ecco le immagini

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scossa serale di terremoto: avvertita dalla popolazione, ma nessun danno

Torna su
TorinoToday è in caricamento