Cronaca Barriera di Milano / Via Gaspare Spontini

Manifesto attacca i carabinieri dopo l'arresto utilizzando il taser: subito rimosso

Si indaga per risalire agli autori

Il manifesto affisso e rimosso in via Spontini

"Vergogna per l'Arma": lo dicono alcuni manifesti contro i carabinieri che sono apparsi nel fine settimana nella zona di via Spontini e via Monte Rosa, dove mercoledì 10 giugno 2020 si era verificato un parapiglia conclusosi con l'arresto di un barista colpito con il taser da una pattuglia dei carabinieri che aveva aggredito.

Sono stati immediatamente rimossi dalla polizia dopo le segnalazioni di alcuni cittadini. Riportavano, tra l'altro, una ricostruzione dei fatti totalmente inventata: il barista non è stato picchiato dai carabinieri né colpito alle spalle con il taser quando era già ammanettato né tantomeno ha salvato un 12enne da uno scippo. Su quest'ultimo punto i militari hanno accertato che l'africano coinvolto nel parapiglia non era un ladro, ma un mendicante che chiedeva l'elemosina in modo insistente e per questa ragione non è stato sottoposto ad alcun provvedimento giudiziario.

Sono in corso indagini per risalire a chi li abbia realizzati e affissi, che rischiano un'ulteriore denuncia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesto attacca i carabinieri dopo l'arresto utilizzando il taser: subito rimosso

TorinoToday è in caricamento