Cronaca

Continuano i cortei, ma contro i Forconi: domani due manifestazioni

Due cortei, uno studentesco e uno dei sindacati, sfileranno domani in centro contro le manifestazioni dei Forconi. Per Chiamparino "possono offrire un riferimento al ribellismo"

Ancora giornata di proteste: domani, per Torino, si preannunciano ben due cortei, ma questa volta diversi dal solito, in quanto saranno manifestazioni contrarie al movimento dei Forconi. Uno sarà organizzato dagli studenti, l'altro dai sindacati. Entrambi si concluderanno nella centrale Piazza Castello, di fronte al palazzo sede della Regione Piemonte.

Secondo l'ex sindaco Sergio Chiamparino, oggi presidente della Compagnia di San Paolo, queste iniziative potrebbero "essere utili per offrire un riferimento al ribellismo", per gli organizzatori la mobilitazione sta assumendo anche connotati di contestazione nei confronti della "Regione dai rimborsi facili".

I sindacati, Cgil, Cisl e Uil, hanno annunciato che partiranno alle 9:30 da piazza Vittorio Veneto; invece, gli studenti, coordinati dal collettivo 'Ribaltiamo il tavolo' ma presenti anche con molte altre sigle, si muoveranno alla stessa ora da piazza Arbarello, tradizionale punto di raduno delle manifestazioni studentesche.

Già ieri, i sindacati avevano chiamato i torinesi a mobilitarsi, facendo volare in cielo uno striscione di 40 metri con uno slogan: "+ lavoro, - tasse". Domani si appelleranno ai torinesi "affinché si unisca alla protesta chi condivide l'urgenza di risposte al bisogno di lavoro e pensa che il diritto a manifestare si difenda con le regole democratiche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continuano i cortei, ma contro i Forconi: domani due manifestazioni

TorinoToday è in caricamento