Cronaca

Trasporto pubblico sul piede di guerra. Tutti contro i tagli della Regione

L'Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori ha organizzato una protesta che andrà in scena mercoledì prossimo. Torino sarà invasa da bus in corteo verso il palazzo della Regione

TORINO - Dalle parole ora si passa ai fatti. Le aziende e i comuni scendono in piazza contro i tagli al trasporto pubblico e per protestare contro le ultime decisioni della Giunta regionale che - per bocca dell'assessore Barbara Bonino - ha annunciato di voler "dimezzare i fondi entro la fine dell'anno".

La data scelta per la manifestazione è mercoledì prossimo, il 3 aprile. Ad organizzare il tutto sono stati l'Anci e l'Unione delle Province che hanno pensato bene di invitare tutti i sindaci piemontesi e le aziende di trasporti locali. In tutte le province si è aderito all'iniziativa con l'obiettivo di far capire l'impatto che potrebbero avere i tagli sui lavoratori e sui cittadini.

A Torino i manifestanti si ritroveranno davanti alla sede della Provincia in corso Inghilterra. Orario di inizio protesta fissato per le ore 9.30. Dopo un momento di confronto tra aziende e amministratori locali il corteo di autobus si sposterà verso il centro cittadino dove ha sede la Regione Piemonte. Il traffico potrebbe subire qualche rallentamento, anche perché l'Anav (l'Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori) ha deciso che ogni azienda arriverà nel capoluogo con un pullman proprio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico sul piede di guerra. Tutti contro i tagli della Regione

TorinoToday è in caricamento