rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Piazza Castello, manifestazione contro i tagli all'assistenza

La manifestazione è stata organizzata dal Coordinamento dei consorzi socioassistenziali. Per l'assessore Puglisi, "tutto il contesto relativo alla sanità è preoccupante"

Hanno protestato in tanti ieri contro i tagli all'assistenza in piazza Castello. La manifestazione è stata organizzata dal Coordinamento dei consorzi socioassistenziali. La manifestazione ha raccolto il sostegno della Provincia di Torino (gli assessori Mariagiuseppina Puglisi e Umberto D'Ottavio hanno incontrato i dimostranti) e del Pd. L'assessore regionale agli enti locali, Elena Maccanti, dopo aver ricevuto una delegazione dei rappresentanti dei consorzi ha replicato che "nel bilancio 2011 la Regione non ha operato alcun taglio sulle politiche sociali e chi afferma cose diverse strumentalizza i bisogni delle fasce deboli".

Secondo i consiglieri regionali Aldo Reschigna e Stefano Lepri è stata una "manifestazione forte" che porta "il segno tangibile dei ritardi e dei tagli nelle politiche sociali condotti finora dalla giunta Cota". "La Regione - hanno dichiarato il consigliere regionale Nino Boeti e Roberta Avola Faraci, rispettivamente responsabile sanità e responsabile welfare del Pd in Piemonte - è tutt'ora priva dell'assessore ai servizi sociali, il che dimostra l'attenzione che Cota e la sua giunta riservano a questo importante settore". "Condividiamo - hanno aggiunto - le preoccupazioni dei consorzi per i tagli operati dal Governo, ben 12 milioni, e per l'aumento delle liste d'attesa, tanto che ben 20 mila anziani aspettano di poter essere ricoverati in una struttura".


Per l'assessore Puglisi, "tutto il contesto relativo alla sanità è preoccupante". "La giunta - ha risposto Maccanti - non solo non ha ridotto il capitolo del fondo, ma ha stanziato quasi un milione in più e, nell'ambito del confronto con le autonomie locali e i sindacati, si è impegnata a reperire altri due milioni e 700 mila euro a favore dei minori in situazioni di disagio". "Nel 2011 - ha ancora osservato l'assessore - scontiamo il mancato trasferimento statale di 12 milioni di euro, cifra che tuttavia si è sensibilmente ridotta proprio grazie alla Regione che, nonostante le gravissime difficoltà di bilancio ereditate dall'amministrazione precedente e nonostante la riduzione complessiva dei trasferimenti, si è impegnata a garantire anche per il 2011 tutti i finanziamenti sui fondi per la disabilità, per la famiglia, per i pazienti degli ex ospedali psichiatrici, per la non autosufficienza". (ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Castello, manifestazione contro i tagli all'assistenza

TorinoToday è in caricamento