Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Via XX Settembre

Tensioni in centro a Torino, feriti diversi manifestanti del corteo

Il corteo nel centro di Torino ha fatto registrare diversi feriti. Per uno di loro è stato necessario l'intervento dell'ambulanza

Una foto pubblicata da Radio BlackOut

Alcuni delle centinaia di studenti che stamattina stanno manifestando in corteo a Torino contro i tagli all'istruzione pubblica hanno effettuato un lancio di fumogeni e di uova contro la sede locale del Ministero per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca. I fumogeni sono stati immediatamente rimossi dalla polizia, che ha fatto in modo che non si verificasse alcun danno alla struttura. Gli uffici del Miur erano chiusi. Il corteo è poi proseguito per le vie del centro.

I momenti di tensione non sono finiti con il lancio di fumogeni. Alcune decine di manifestanti sono stati dispersi dalla polizia in via XX Settembre, in pieno centro città, dopo che hanno effettuato ancora lanci di uova e vernice contro alcuni negozi. I manifestanti hanno successivamente ripiegato su via Garibaldi.

VIDEO DEGLI SCONTRI

Secondo la questura di Torino sono rimasti contusi cinque studenti in via XX settembre. Per uno di loro, che ha riportato una ferita lacero-contusa alla testa, è stato necessario l'intervento dell'ambulanza. La polizia ha fermato 15 manifestanti, tra cui gli stessi contusi,per identificarli.

AGGIORNAMENTI "Abbiamo riportato 30 contusi per caduta a terra e due feriti a causa delle manganellate e delle cariche della polizia". Lo dice Daniele Mirandola, portavoce del Ksa, Kollettivo Studentesco Autonomo, organizzazione del corteo degli studenti di stamani. "Una ragazza di 19 anni - spiega - e un ragazzo di 16 hanno subito ferite lacero-contuse alla testa e sono andati in ospedale,dove sono stati medicati". Il Ksa ha annunciato un'assemblea per mercoledì allo scopo di valutare le iniziative da intraprendere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensioni in centro a Torino, feriti diversi manifestanti del corteo

TorinoToday è in caricamento