Cronaca Nizza Millefonti / Via Giulio Biglieri

La protesta delle famiglie sfrattate: "Rivedete la legge sull'autorecupero delle case"

La manifestazione è stata capeggiata dal consigliere regionale del Piemonte, Maurizio Marrone

“Un boicottaggio in piena regola di una legge regionale: ecco cosa è successo con la nostra legge sull’autorecupero delle case popolari, che aveva già portato allo sblocco di 64 case Atc di Torino”. A parlare è il consigliere regionale del Piemonte Maurizio Marrone che ieri, insieme ad alcune famiglie sfrattate, si è presentato negli uffici dell’assessorato alla Casa per chiedere di rivedere la legge sull’autorecupero. E quello sbarramento fissato a 12 punti che rischia di lasciar fuori più di un nucleo.

“Su 64 alloggi popolari messi a disposizione di ATC ne sono stati assegnati solo 12 (11 dei quali a stranieri e solo uno ad Italiani), mentre 42 alloggi rimarranno vuoti e non assegnati a fronte di centinaia di domande respinte dallo sportello casa del Comune per punteggio magari anche solo di poco inferiore a 12” accusano Marrone e Augusta Montaruli, promotori della legge sull’autorecupero in Consiglio Regionale del Piemonte.

Tutte le famiglie presenti hanno manifestato pacificamente, con striscioni e cartelli, per ottenere una casa Atc. “E’ la nostra ultima speranza” spiega una mamma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta delle famiglie sfrattate: "Rivedete la legge sull'autorecupero delle case"

TorinoToday è in caricamento