Suk, residenti scendono in strada: "Abusivi non vi vogliamo, tornate al vostro Paese"

Alcuni attimi di tensione si sono verificati tra i residenti e gli ambulanti del suk. La manifestazione è tenuta sotto controllo dalla polizia in tenuta antisommossa, dai vigili e dai carabinieri

Protesta in corso Novara

L'avevano promesso e sono scesi in strada. Alle prime luci dell'alba hanno invaso corso Novara bloccando il traffico, ma soprattutto impedendo ai venditori del suk di stabilizzarsi sui marciapiedi con la loro mercanzia come successo domenica scorsa. I residenti sono in rivolta, non vogliono il mercato del libero scambio, e esigono delle spiegazioni dal sindaco Piero Fassino in merito alla probabile e futura sistemazione del suk.

La protesta è agguerrita: da una parte i residenti, dall'altra i venditori, centinaia di italiani ed extracomunitari, che si sono piazzati nella notte - presidiati dai vigili - lungo via Perugia. Postazioni che taluni hanno dovuto abbandonare per scongiurare la rivolta degli esercenti che, all'alba, alzando le saracinesce, si sono trovati i loro tappetini sul ciglio della strada.

La manifestazione è tenuta sotto controllo, oltre che dai civich, anche dalla polizia in tenuta antisommossa e dai carabieri. Accanto ai disperati venditori dei suk si sono uniti anche alcuni rappresentatnti autonomi e antagonisti dei centri sociali.

Alcuni attimi di tensione tra manifestanti e "abusivi" si sono registrati al passaggio di uno di questi - munito di merce e carriola - proprio lungo corso Novara, alla ricerca di un quadratino di carreggiata dove posizionarsi: subito le urla e le minacce dei residenti hanno catturato la scena "Te ne devi andare - hanno gridato i manifestanti - torna a casa tua".
Al momento i venditori "abusivi" sono collocati in via Perugia, una delle traverse di corso Novara: tra essi anche molti cittadini italiani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento