rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Mirafiori Sud / Corso Luigi Settembrini, 53

Fiom, protesta a Mirafiori per il mancato premio di risultato

Domani davanti ai cancelli di Mirafiori ci sarà un presidio organizzato dalla Fiom. Le richieste del sindacato sono relative al premio di risultato e ad una chiarezza sul futuro dell'azienda automobilistica torinese

Domani, giovedì 21 luglio, i lavoratori della Fiat protesteranno davanti alle Presse di Mirafiori per il mancato pagamento del saldo del premio di risultato. Il presidio è promosso dalla Fiom. In una nota Edi Lazzi, il responsabile della V Lega del sindacato a Mirafiori, sottolinea: "Anche quest'anno gli azionisti del Gruppo Fiat hanno ricevuto dividendi pari a centinaia di milioni di euro mentre ai lavoratori non viene riconosciuto nulla e per il secondo anno consecutivo non c'e' il pagamento del saldo del premio di risultato con un'ulteriore perdita economica, che aggiunta a quella della cassa integrazione, aggrava ulteriormente la situazione, già critica, dei lavoratori".


Il presidio di domani serve anche a chiedere chiarezza sul futuro e sui progetti della società automobilistica torinese: "Fiat minaccia di far uscire le sue società da Confindustria per togliere il diritto ai lavoratori di avere un contratto nazionale equo, garante di diritti e di salario mentre del piano 'Fabbrica Italia' si vede poco e niente - prosegue Edi Lazzi - I lavoratori chiedono chiarezza, la Fiat deve cambiare registro, se vuole davvero essere un'impresa globale si sieda ad un tavolo di trattativa e inizi a comportarsi come tale anche nelle relazioni con i lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiom, protesta a Mirafiori per il mancato premio di risultato

TorinoToday è in caricamento