menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studenti in corteo in centro: proteste contro il futuro incerto

Hanno sfilato per le vie del centro cittadino per tutta la mattina. Cori e slogan contro banche e contro Fassino per la privatizzazione della Gtt. "Ripresa economica solo a parole scendiamo nelle piazze prendiamoci le scuole"

L'anno scolastico è ripreso da meno di un mese e questa mattina gli studenti delle scuole superiori hanno sfilato per le vie del centro di Torino per la prima manifestazione dell'anno. Slogan e cori contro i tagli e contro la crisi economica, causa principe del futuro incerto che aspetta i giovani di oggi.

"Ripresa economica solo a parole scendiamo nelle piazze prendiamoci le scuole", questo il cartellone posto all'inizio del corteo formato da centinaia di studenti, al quale hanno partecipato anche esponenti dei centri sociali e attivisti del movimento No Tav. Si sono dati appuntamento in corso Galileo Ferraris e hanno sfilato fino a Palazzo Nuovo, passando per corso Vittorio Emanuele II e via dell'Accademia Albertina.

Per tutto il tragitto i manifestanti hanno scandito cori contro le banche e contro il sindaco di Torino Piero Fassino per la privatizzazione dei trasporti pubblici. Davanti al Miur e davanti alla Monte Paschi di Siena c'è stato qualche momento di tensione per il lancio di uova e alcuni fumogeni accesi, ma non ci sono stati altri tipi di problemi.

All'interno del corteo alcuni manifestanti hanno indossato la maschera di Anonymous, praticamente sempre presente in quasi tutte le forme di protesta. Altri "anonimi" saranno presenti anche il prossimo 19 ottobre nella manifestazione nazionale a Roma per protestare contro la precarietà e l'incertezza del futuro per i giovani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento