Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Studenti contro "La buona scuola" di Renzi, per il centro senza "precarietà"

Biro e pennarelli sono stati lanciati dai ragazzi davanti alla sede regionale del Miur. La manifestazione si è conclusa senza incidenti in pizza Fusi

Poco seguito alla manifestazione studentesca nazionale organizzata contro la riforma del governo Renzi "La buona scuola". Stamane, in corteo per le vie di Torino, poco più di duecento persone, per la maggior parte studenti appartenenti al Last, laboratorio studentesco, partiti da piazza Arbarello e capeggiati dallo striscione "Non un passo indietro. Stop precarietà, stop Buona scuola, stop austerità".

Hanno sfilato per le vie del centro, causando qualche disagio al traffico cittadino, ma senza generare danni. Solo il lancio di qualche biro e pennarello contro la sede regionale del Miur, ha fatto scattare l'allarme. A proteggere gli uffici, un cordone di agenti in tenuta antisommossa, i quali hanno controllato che la situazione non degenerasse. Non si sono verificati, tuttavia, episodi di aggressione.

(L'articolo prosegue dopo la gallery)

Forto Corteo Studenti

Il corteo è poi proseguito verso una delle scuole private che - secondo i manifestanti - sono le vere e proprie beneficiarie del progetto del governo. Tra coloro che contestano la riforma c'è anche il Coordinamento per la buona scuola di Torino secondo cui questo progetto presentato dal governo porterà a ulteriori tagli di posti di lavoro e diritti.

La manifestazione è terminata intorno alle 11.30 in piazza Fusi, riunendosi in un'assemblea.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti contro "La buona scuola" di Renzi, per il centro senza "precarietà"

TorinoToday è in caricamento