menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Casapound manifesta per chiedere la liberazione dell'ex Moi

Casapound manifesta per chiedere la liberazione dell'ex Moi

Nessun censimento per i profughi del Moi, il quartiere scende in piazza per protesta

L’appuntamento è per sabato 5 ottobre, dalle ore 15 alle ore 18, in piazza Galimberti angolo via Tunisi

Non si fermano mai le proteste intorno al futuro dell’ex Moi di via Giordano Bruno. Le palazzine olimpiche sono finite nel mirino dei residenti per la questione legata al mancato censimento degli immigrati che occupano ormai da anni le palazzine.

Il comitato, già impegnato in diverse iniziative contro il degrado, ha deciso di tornare a protestare. L’appuntamento è per sabato 5 ottobre, dalle ore 15 alle ore 18, in piazza Galimberti angolo via Tunisi.

Scenderemo in piazza perché la situazione continua a peggiorare - spiega Euclide Rigato, portavoce del comitato e promotore del presidio -. Queste palazzine sono un bivacco per immigrati e il censimento, per la seconda volta, è stato promesso e mai effettuato. Prima è stato detto che sarebbe avvenuto entro settembre, poi è slittato entro la fine di ottobre, ora siamo a novembre e, ovviamente, nulla è stato fatto”.

A dare sostegno all'iniziativa ci sarà una delegazione del comitato San Salvario-Bramante. “Siamo solidali alle iniziative del comitato – rincara Rossino -. Viviamo gli stessi problemi a San Salvario, e dobbiamo sostenere il più possibile questa coesione tra cittadini che desiderano riportare il loro quartiere alla normalità”. Al presidio non mancheranno poi i militanti di Casapound, con Marco Racca, coordinatore regionale del movimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento