Maniaco all'ospedale di Ivrea molesta una 70enne e un'altra paziente, arrestato

L'incredibile episodio nella notte. Il ragazzo, 20 anni, ha anche rotto un braccio a un infermiere che lo aveva scoperto e rubato materiale dagli armadietti

L'ospedale di Ivrea

Ha costretto una paziente 70enne dell'ospedale di Ivrea a toccargli i genitali e poco dopo si è masturbato davanti a un'altra degente.

Per l'accaduto, nella notte di oggi, giovedì 23 marzo 2017, un marocchino 20enne residente a Pont Canavese è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Ivrea. L'accusa nei suoi confronti è di violenza sessuale, lesioni, furto e rapina.

Il giovane ha agito all'interno del reparto di traumatologia. Un infermiere ha tentato di bloccarlo ma è stato picchiato e ha riportato un'infrazione ossea a un braccio, per una prognosi di un mese.

Quando sono arrivati gli agenti, il maniaco ha tentato la fuga ma è stato bloccato al pronto soccorso. Addosso aveva anche vari oggetti e beni rubati dagli armadietti di pazienti e infermieri.

“Sono costernato per le persone assistite e per il nostro operatore. E’ un fatto orribile - dichiara il direttore generale dell’Asl To4, Lorenzo Ardissone -, tanto da rendere difficile attivare contromisure giuste e appropriate, che comunque devono essere adottate con molta intelligenza. L’ospedale, infatti, è un luogo di cura e come tale deve essere aperto, non può essere trasformato in una fortezza, ma è comunque necessario che sia vissuto come un luogo sicuro. Peraltro, stavamo già predisponendo un bando di gara per potenziare la sicurezza dei nostri ospedali, anche con la dotazione di strumentazione appropriata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento