menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

LETTORI - "Hanno tolto i porta bici in centro, quando li rimettono?"

Alcuni porta biciclette nella zona di piazza C.L.N. sono stati tolti per permettere le riprese di una fiction. Da allora non sono stati ripristinati e coloro che vanno a lavoro in bici non sanno dove legare il mezzo

Una delle missioni di chi si occupa dei trasporti cittadini è quella di incentivare l'uso di mezzi alternativi all'auto. Non solo autobus, tram e metro, ma anche la bicicletta che, tra tutti, è anche quella che inquina meno e permette di stare in movimento (cosa che non fa mai male). A Torino la politica del bike sharing, ossia del noleggio temporaneo delle biciclette acquistate dal Comune, sta dando ottimi risultati grazie anche agli ingenti investimenti fatti dalla Giunta del Sindaco Piero Fassino.

Fino qui tutto bene. Ma c'è un "ma" in tutto questo. Parliamo della segnalazione che ci ha mandato Luisa, una signora che lavora in centro città e che, quando il tempo lo permette, si reca in ufficio in bicicletta. Ma ultimamente la sua impresa mattutina è diventata il cercare un luogo in cui poter legare il suo mezzo a due ruote in quanto nella zona di piazza C.L.N. molti porta biciclette sono stati tolti per permettere le riprese della fiction "Questo nostro amore 2" con Anna Valle.

"Tutte le mattine mi reco per lavoro nel centro di Torino, precisamente tra piazza San Carlo, piazza C.L.N. e via Roma - ci scrive Luisa -. Ovviamente come tutti sappiamo è una zona a traffico limitato e andare in macchina sarebbe impossibile. Per ovviare al problema vado in bicicletta. Tre settimane fa ho legato la bici in via Amendola ma quando sono uscita dall'ufficio non c'era più. Così ho dovuto ricomprare una bicicletta nuova e questa volta vorrei evitare che faccia la stessa fine della precedente, parcheggiandola magari negli appositi spazi in piazza C.L.N.. Il problema è che i porta bici sono stati rimossi quasi tutti in occasione delle riprese di un film e ad oggi non sono ancora stati ripristinati".

In conclusione della lettera Luisa lancia un messaggio all'amministrazione comunale. "Visto che si parla tanto di lasciare le auto a casa per via dello smog, noi cittadini facciamo il possibile ma il Comune deve aiutarci dandoci i supporti idonei". Luisa ci informa anche di aver già segnalato il problema anche ad alcuni vigili urbani, i quali avrebbero preso nota.

Interpellato il Comune di Torino, ci è stato detto che il ripristino dei porta biciclette è una questione di cui si occuperanno a breve. Anche grazie alla segnalazione di Luisa. Noi controlleremo e vi terremo informati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento