rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Maltrattamenti a scuola: il papà dota figlio di registratore e denuncia la maestra

La procura accerterà gli episodi

Un caso di presunti maltrattamenti nei confronti degli allievi si sarebbe verificato in un piccolo comune del Canavese e sarebbe stato smascherato dal papà di uno dei bambini che, per settimane, ha mandato a scuola il figlio con un piccolo microfono che ha registrato l'accaduto. Il tutto è stato trasmesso a fine febbraio 2018 alla procura di Ivrea, che sta effettuando accertamenti sull'accaduto. Secondo quanto emerso, il minorenne sarebbe stato più volte rimproverato gratuitamente e l'insegnante avrebbe anche consentito ai compagni di picchiarlo.

I fatti, secondo la denuncia del genitore, sarebbero avvenuti in una terza elementare. L'insegnante ha informato i genitori degli atteggiamenti poco rispettosi del bambino, che ha nove anni, e ha consigliato loro di portarlo da un neuropsichiatra infantile. Il piccolo invece ha sostenuto con papà e mamma di essere stato maltrattato dall'insegnante. Il padre, così, si è convinto a dotarlo di registratore per capire che cosa avvenisse in classe.

Prima della comunicazione in procura con l'assistenza di un legale, la famiglia (secondo cui dunque le colpe sarebbero della maestra) ha inviato una lettera alla preside della scuola e all'ufficio scolastico regionale per riassumere l'accaduto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti a scuola: il papà dota figlio di registratore e denuncia la maestra

TorinoToday è in caricamento