"Pesanti maltrattamenti" a bambini che frequentano i corsi di ippoterapia: gestore a processo

Terapista invita a denunciare

Paolo Franchino raggiunto dalla trasmissione 'Chi l'ha visto?' racconta la sua versione dei fatti

Il gestore del centro di ippoterapia del Monte San Giorgio a Piossasco, Paolo Franchino, è a processo a Torino con l'accusa di avere pesantemente maltrattato alcuni bambini (spesso disabili fisici o psichici) che frequentavano i suoi corsi. L'attività è stata chiusa. Lui lavora a Brandizzo in un'altra attività analoga. A rivelare il caso è stata la trasmissione di Rai3 'Chi l'ha visto?' di mercoledì 24 aprile 2019 che ha sentito alcune delle famiglie che hanno denunciato l'uomo, lo stesso Franchino e anche un terapista. I fatti di cui lo si accusa (il pm è Fabiola D'Errico) risalgono ad alcuni anni fa, La sentenza è attesa a giugno 2019.

L'accusa: bambini sotto il sole senza cibo, legati, frustati e insultati

Il racconto di una delle mamme sentita dalla trasmissione: "Ho trovato mio figlio seduto sotto il sole senza riparo. Ho chiesto spiegazioni e Franchino mi ha detto che era la punizione per avere tirato una pietra a un altro bambino. Mi ha anche detto di avere dato la sua merenda al cane e di averlo lasciato senz'acqua. Ma mio figlio aveva soltanto tre anni e mezzo". Altri genitori narrano di continui insulti ai loro figli, di botte, di percosse con il frustino o con il bastone utilizzato con i cavalli, di nastro adesivo per chiudere loro la bocca, ma anche di bambini chiusi a chiave in una stanza, legati a una sedia o anche abbandonati nel bosco. Tutte circostanze che, naturalmente, il processo dovrà chiarire.

La difesa: "Tutto falso, ho anche dei testimoni oculari"

Sentito da 'Chi l'ha visto?', Franchino nega ogni addebito: "Ho elementi sufficienti - dice - per dimostrare che ciò di cui mi si accusa non è vero e lo dirò nelle sedi opportune. Sono assolutamente certo di ciò che faccio, come lo faccio e da quando lo faccio. Non ho mai punito nessun bambino nel modo di cui mi si accusa. Faccio questo lavoro da 20 anni e ci devo vivere perché è il mio mestiere. Ho diversi testimoni oculari. Le denunce sono soltanto di due persone che non conosco neanche".

Il terapista: "Faccio un appello a denunciare a coloro che ancora non lo hanno fatto"

Fabrizio Pace, terapista che sta accompagnando i bambini dopo i traumi subiti: "Questa vicenda - dice - ha del drammatico. Queste famiglie vivono ancora il senso di colpa per avere portato i loro figli in quel posto. Molti non se la sentono di denunciare e per questo faccio un appello a uscire e comunicare quanto accaduto perché tutto ciò non può rimanere senza voce. Ci sono molti bambini che hanno interiorizzato questi episodi e non li diranno mai perché non hanno neanche il diritto di parola".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il centro di Brandizzo: "Siamo estranei a tutto"

Dal profilo Facebook del Little Ranch di Brandizzo: "Desidero comunicare a tutti i followers del Little Ranch che in merito alle notizie trasmesse nella trasmissione 'Chi l'ha visto?' in onda il giorno 24 aprile 2019 riguardanti i presunti maltrattamenti da parte di un ippoterapista in provincia di Torino il nostro centro risulta completamente estraneo ai fatti narrati e dal punto di vista legale non risulta né imputato né testimone nel procedimento a carico della persona indicata. Per quanto riguarda la presenza dell'ippoterapista presso il nostro centro, il quale svolge attività autonoma e non in nome del Little Ranch siamo perfettamente a conoscenza già dall'inizio perché preventivamente comunicatoci dall'interessato che era in atto un procedimento in fase istruttoria nei suo confronti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

  • Perde il controllo dell'auto che si ribalta a lato della carreggiata: grave il conducente

Torna su
TorinoToday è in caricamento