menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il maltempo non abbandona il Piemonte. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco

Il governatore del Piemonte invita alla prudenza. E la Regione, che ha chiesto lo stato di calamità, rivela: tra il 27 aprile e il 1 maggio danni per 27 milioni

La pioggia continua a cadere copiosa. Su tutta Torino e il Piemonte, ancora nei prossimi giorni, le piogge non cessaranno, salvo però diminuire progressivamente di intensità e lasciare spazio, in alcune aree tra venerdì, sabato e domenica, a temporanee schiarite.

Come era facile immaginare, nella notte e nella prima mattinata tra ieri e oggi, gli interventi dei vigili del fuoco del comando provinciale per episodi legati al maltempo sono stati numerosi. A Torino ci sono stati numerosi alberi caduti, così come nel circondario, che tuttavia non hanno provocato danni a persone. Lo stesso dicasi per piccoli smottamenti stradali, tutti risolti senza particolari criticità.

“La situazione non è al momento allarmante, ma invito tutti a usare prudenza e buon senso nelle prossime 24-48 ore e a tenersi aggiornati". Afferma il governatore della Regione Piemonte, Roberto Cota, che ha annunciato l'apertura della Sala operativa della Protezione civile per monitorare il maltempo.

Intanto arriva una stima dei danni per le piogge che hanno interessato il Piemonte nelle scorse settimane. Il maltempo, tra il 27 aprile e il 1 mggio, ha provocato danni per 27 milioni di euro, secondo quanto contenuto nella relazione preparata dalla Regione, dopo ampia istruttoria. La relazio, trasmessa al governo, è a supporto dello stato di calamità richiesto dalla Regione nelle scorse settimane. "I dati e le segnalazioni raccolte - ha spiegato l'assessore regionale alla Protezione Civile Roberto Ravello - confermano quanto già emerso durante gli incontri ed i sopralluoghi che sono stati effettuati durante l'evento di fine aprile e nei giorni a seguire. Auspichiamo che il Governo dichiari quanto prima lo stato di calamità, fondamentale per poter dare risposte concrete ai territori e fortemente atteso dai comuni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento