Migranti, l'appello di Don Ciotti: "Magliette rosse per l'accoglienza"

Migliaia di adesioni per l'iniziativa di sabato 7 luglio

Don Ciotti

“Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità”. L'appello arriva da Torino e in particolare da Don Ciotti: un invito, per sabato 7 luglio, a indossare un indumento di colore rosso per manifestare solidarietà ai migranti, a chi fugge dalla guerra e dalla miseria. Un appello che oltre ad arrivare da Libera e dal Geuppo Abele, presiedute da Don Ciotti, è sostenuto anche da Arci, Anpi e Legambiente.

Rosso come le magliette dei piccoli migranti 

Mentre in Europa si discutono i problemi dell'immigrazione e il nuovo governo italiano non sembra voler far marcia indietro sulle sue prese di posizione nei confronti dei profughi che ogni giorno rischiano la vita in mare, Don Ciotti chiede di fermare "questo cinismo dilagante alimentato dagli imprenditori della paura" e suggerisce, per un giorno, di indossare tutti una maglietta, un indumento rosso, "come quei bambini”.

Già perché il colore scelto non è casuale. Rosse infatti, sono le magliette che le mamme dei piccoli profughi fanno indossare ai propri figli durante le traversate, nella speranza che quel colore richiami l'attenzione dei soccorritori. 

Aderisce anche Rivalta 

E sono già migliaia le adesioni e le sottoscrizioni all'iniziativa, da tutta Italia. Anche la Città di Rivalta ha fatto sapere che aderirà e invita amministratori, consiglieri comunali, associazioni e tutti i cittadini a indossare sabato una maglietta rossa o a esporre drappi del medesimo colore. Inoltre a partecipare alle iniziative eventualmente promosse sul territorio dalle associazioni.

"Siamo preoccupati dalla mancanza di una visione politica responsabile e dall’ondata razzista che si va manifestando tra i cittadini - ha detto Nicola De Ruggiero, sindaco di Rivalta -. Non possiamo restare inermi rispetto a quanto sta accadendo nel mar Mediterraneo e per questo raccogliamo l'appello di don Ciotti e delle altre associazioni a manifestare, con un piccolo gesto, la nostra vicinanza agli ultimi della terra. Non possiamo più stare con le mani in tasca, occorre mobilitarsi i tanti". 

Secondo l’Organizzazione internazionale per le Migrazioni, nell’ultimo fine settimana di giugno, 218 persone hanno perso la vita nel tentativo di attraversare il Mediterraneo, mentre a tavolino l'Europa cercava un accordo per l’accoglienza dei profughi su base volontaria.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • don Ciotti! la Chiesa è ricca, mantenerli voi, ma ai loro paese. così siamo tutti contenti.

  • Avatar anonimo di Giulio Fox
    Giulio Fox

    La chiesa dovrebbe essere delegittimata ed esclusa dalle faccende che riguardano lo stato italiano.

  • non dimenticate i gessetti e le scarpette buone da girotondi

  • gli italiani si sono rotti di questo buonismo del menga...spero nessuno aderisca a questa iniziativa, anzi andassero con gli idranti a sfollare questi quattro fenomeni con la maglia rossa

  • Tutti con magliette rosse, bianche e verdi, i colori del nostro paese, e gli altri fuori dalle scatole!

  • Rivalta ribellati

  • Prete che si dimentica di essere Cristiano e vuole farci invadere da’ mussulmani e pagani , forse vuole convertirli oppure è già convertito lui e si appresta a diventare un iman

  • Accogliamo e aiutuamo donne e bambini gli altri visto che siete migliaia prendeteli tutti voi e siatene responsabili per le loro azioni..che bello parlare di accoglienza da dietro una porta blindata VERGOGNATEVI

  • ciotti rossa la faccia per la Vergogna prete comunista

  • Avete rotto e stufato con questi migranti , nullafacenti da 80 kg ben vestiti e con smartphone ! Ed ai nostri poveri e disabili chi ci pensa ? Vergogna !!!

  • Chissà che giro di soldi ha il vaticano per voler così tanto i migranti... Chissà quanto incassa... Si dimenticano che loro, fino a qualche tempo fa, bruciavano le persone per molto meno.... Vergogna.... Falsi e non aggiungo altro che non si può...........

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Esplosione nel capannone: uomo ustionato in modo grave

  • Incidenti stradali

    Fuori strada con la bicicletta: atterrato elisoccorso, è grave in ospedale

  • Incidenti stradali

    Bimba nata dopo l'incidente: ore decisive, piccoli miglioramenti 

  • Cronaca

    La friggitrice prende fuoco, il fumo invade la pizzeria: paura clienti e personale

I più letti della settimana

  • Più 42 nuovi negozi e 600 addetti: Settimo Cielo è il parco commerciale più grande d’Italia

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Investita all'ultimo mese di gravidanza: caccia al pirata della strada. Poi parto miracoloso in ospedale

  • Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Una città intera piange Mattia: aveva solamente sei anni

  • Brutto incidente in tangenziale: ragazza in ospedale, traffico paralizzato

Torna su
TorinoToday è in caricamento