Cronaca

Mafia nigeriana: 44 arresti, 500mila intercettazioni e 20 kg di droga sequestrati

Operazione Athenaeum della polizia locale in collaborazione con i carabinieri

Quarantaquattro arresti effettuati questa mattina, martedì 13 settembre, più altri 15 nel corso dell'indagine, 500mila intercettazioni e 20 chili di droga sequestrati: sono numeri consistenti quelli dell'operazione Athenaeum della polizia locale, in collaborazione con i carabinieri, che ha permesso di sgominare due cellule della mafia nigeriana sul territorio torinese.

Si tratta di due organizzazioni contrapposte tra loro, che hanno preso origine dagli atenei nigeriani negli anni '60 e poi si sono espanse anche all'estero dedicandosi ad attività come la tratta di esseri umani, il traffico di droga, lo sfruttamento della prostituzione e altri reati.

Il modello di ogni gruppo è quello mafioso: c'è un capo a livello internazionale (e anche uno a livello nazionale e locale) che non viene messo in discussione e governa la setta con il pugno di ferro. Gli affiliati erano di fatto schiavi a vita dell'organizzazione di riferimento. Ciascuna di queste agiva nei confronti degli adepti con torture e altre vessazioni.

I gruppi sono perennemente in guerra tra loro per il predominio sul territorio, sempre per quanto riguarda le attività illecite.

Gli arrestati di oggi, che abitano non solo a Torino ma anche in altre città italiane, sono equamente divisi: 22 per ogni gruppo. Sono tutti accusati di associazione per delinquere di stampo mafioso, oltre che dei singoli reati contestati a ognuno di loro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia nigeriana: 44 arresti, 500mila intercettazioni e 20 kg di droga sequestrati

TorinoToday è in caricamento